Skip to main content

Indicazioni sull'acquisizione e l’asservimento dei terreni

TAP ha la necessità di assicurarsi l’accesso ai terreni lungo il tracciato, ai fini della realizzazione e dell’esercizio del gasdotto e delle infrastrutture associate.

Questo processo va sotto il nome di Acquisizione e Asservimento dei Terreni (Land Easement and Acquisition - LEA) ed è improntato agli standard internazionali della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERD).

Il progetto interessa circa 19.060 appezzamenti, di cui 10.170 in Grecia, 8.700 in Albania e 190 in Italia. Interesserà inoltre circa 45.000 proprietari e utilizzatori di terreni.

Si precisa che le cifre riportate sono indicative e saranno all’occorrenza aggiornate.

La costruzione del gasdotto TAP e delle strutture correlate si svolge attualmente per diverse tappe/fasi, che sono influenzate dalle condizioni meteorologiche e, in alcuni casi, da limitazioni stagionali.  La costruzione vera e propria del gasdotto lungo il corridoio dove viene posata l’infrastruttura (Right-of-Way - ROW), è realizzata normalmente in sequenza, in un periodo da 3 a 6 mesi. Tuttavia, l’accesso ai terreni è necessario per un periodo più lungo, per consentire un accesso continuo al corridoio di posa del gasdotto, per il trasporto e altre attività di supporto alla costruzione e nel complesso potrebbe richiedere tra i 12 e i 24 mesi, comprensivi dei tempi effettivi di posa del gasdotto. Alla conclusione dei lavori, le condizioni di tutti i terreni interessati saranno completamente ripristinate al loro stato originale. TAP sta provvedendo al risarcimento dei proprietari dei terreni per il disturbo arrecato durante i lavori che interessano il terreno (o per la durata effettiva del disturbo o per 24 mesi, in ogni caso viene scelta la soluzione di maggiore tutela per il proprietario).

Le imprese che collaborano con TAP

I partner di TAP per le attività di acquisizione e asservimento dei terreni sono:

  • ABKons collabora all’acquisizione dei diritti di accesso in Albania.
  • Agilita AG. Servizi informatici per lo sviluppo di software dedicato per le transazioni finanziarie relative ai pagamenti delle indennità agli interessati dal progetto TAP in Grecia.
  • Ε. Arvaniti & Associates – E.N.Y. Law Firm & Legal Services Company. Servizi legali per l’implementazione del processo di acquisizione e asservimento dei terreni, con l’obiettivo di assicurare l’accesso temporaneo e/o definitivo ai terreni e l’acquisizione dei titoli di proprietà dei terreni necessari per la costruzione e la successiva operatività di TAP in Grecia.     
  • ESPRO Progetti ha messo a disposizione la propria esperienza, competenza e il proprio personale a supporto del team di TAP per l’acquisizione e l’asservimento dei terreni in Italia, eseguendo tutte le attività connesse alla finalizzazione dell’iter di acquisizione dei terreni dai privati.
  • INFODIM – P. Karamoschos – K. Liodaki & Associates CO. Sevizi per lo sviluppo di un Sistema Informativo Territoriale (Geographic Information System - GIS) e relativa infrastruttura a supporto delle attività di TAP per l’acquisizione e l’asservimento dei terreni per la costruzione e la successiva operatività di TAP in Grecia. 
  • J/V TOPMAPS (MTC Makedoniki Technical Company, P. Karamoschos & Associates CO.; Gaia S.A. Meleton; Geomatics S.A.). Servizi tecnici per l’aggiornamento catastale in Grecia per TAP.
  • J/V MG Values (MTC Makedoniki Technical Company, P. Karamoschos & Associates CO.; Geomatics S.A.). Servizi per la preparazione di uno studio dei valori di compensazione e sostituzione per i terreni e le produzioni agricole. 
  • MTC Makedoniki Technical Company, P. Karamoschos & Associates CO. Servizi tecnici per l’implementazione delle procedure di TAP per l’acquisizione e l’asservimento dei terreni, con l’obiettivo di assicurare l’accesso temporaneo e/o definitivo ai terreni e l’acquisizione di tutti i titoli di proprietà dei terreni necessari per la costruzione e la successiva operatività del gasdotto in Grecia.    
  • QED Ltd. Ricerche di mercato per la valutazione delle immobilizzazioni materiali e dei redditi agricoli.
  • Piraeus Bank. Servizi bancari per le transazioni finanziarie relative agli indennizzi dei soggetti interessati dalla realizzazione di TAP in Grecia.
  • SPEED Development Consultants S.A. – Servizi di consulenza. 

Queste società operano a stretto contatto con diverse realtà locali e internazionali, con consolidata esperienza nell’acquisizione e asservimento dei terrenti. A queste società in subappalto sono stati affidati i rilievi, per conto di TAP, in Grecia, Albania e Italia.

I principi cardine

TAP agisce conformemente agli standard internazionali, ivi compreso il piano di Acquisizione e Asservimento dei Terreni e il relativo programma di indennizzi.

I principi che TAP si impegna a rispettare sono:

  • Conformità alle normative nazionali vigenti e alle buone pratiche internazionali, quali le linee guida della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERD).
  • Evitare la necessità di reinsediamento della popolazione residente, laddove possibile, non coinvolgendo zone adibite a uso residenziale.
  • Risarcimento per qualsiasi impatto legato al progetto, su suolo, coltivazioni in atto e strutture, al valore di sostituzione.
  • Corresponsione delle indennità per i terreni prima dell’inizio dei lavori.
  • Applicazione coerente dei criteri risarcitori in tutti i Paesi attraversati dal gasdotto, per l’intero tracciato dello stesso.
  • Impegno per l’individuazione di una soluzione negoziale con i proprietari e utilizzatori dei terreni interessati, ove possibile.
  • Ricorso all’esproprio e costituzione coattiva di servitù di passaggio solo come ultima risorsa, qualora fallisse ogni altro tentativo di accordo.
  • Identificazione di soggetti vulnerabili e assistenza per gli stessi, se del caso.

Alcune porzioni di terreno destinate a ospitare le strutture permanenti, come stazioni di compressione e valvole di intercettazione, sono acquistate dai proprietari. La maggior parte dei terreni viene invece locata da TAP per la durata dell’esecuzione dei lavori e per la realizzazione di strutture temporanee ad uso di cantieri e deposito tubi.

A lavori ultimati, TAP necessita di servitù di passaggio lungo il tracciato del gasdotto, che prevedono alcune limitazioni nelle zone di sicurezza. Pertanto, la maggior parte degli aventi titolo, i cui terreni sono locati o asserviti, ne conserva la proprietà.

Dove necessario, per ospitare le strutture permanenti, come stazioni di compressione e valvole di intercettazione, alcune porzioni di terreno sono acquistate dai proprietari.  La maggior parte dei terreni viene invece locata da TAP per la durata dell’esecuzione dei lavori e per la realizzazione di strutture temporanee ad uso di cantiere e deposito tubi.

A lavori ultimati, TAP necessiterà di servitù di passaggio lungo il tracciato del gasdotto con alcune restrizioni nelle zone di sicurezza. Pertanto, la gran parte degli aventi titolo, i cui terreni saranno locati o asserviti, ne conserverà la proprietà.

Tipologie principali di asservimento e acquisizione dei terreni:

 - Acquisto dei terreni (acquisizione) - TAP acquisterà il terreno e gode della piena proprietà.
 - Locazione dei terreni a lungo termine - TAP prende in affitto i terreni per l’intero ciclo di vita del gasdotto (circa 50 anni).
 - Locazione dei terreni a breve termine - TAP prende in affitto i terreni per pochi mesi o anni, di norma per la durata di esecuzione dei lavori del gasdotto.
 - Asservimento dei terreni (servitù di passaggio) - TAP ha la proprietaria dei terreni, ma ha il diritto di accedervi (ad esempio, per lavori di manutenzione) e di imporre alcune limitazioni su come il terreno sarà utilizzato per l’intero ciclo di vita del gasdotto.

Occupazione temporanea dei terreni

In Grecia e in Albania, TAP necessita essenzialmente dell’accesso temporaneo ai luoghi entro la pista del gasdotto, che ha una larghezza stimata di 38 metri. In Italia la pista misura circa 18 metri di larghezza.

Perché le imprese possano operare in modo efficiente e portare tutte le necessarie attrezzature, TAP ha acquisito i diritti di passaggio lungo l’intera pista di lavoro in ciascun Paese.

L’occupazione temporanea dei suoli è altresì necessaria per realizzare strutture provvisorie, quali depositi per i tubi, cantieri e alloggi per gli operai. I terreni soggetti a occupazione temporanea sono stati affittati da TAP per due anni circa e saranno restituiti ai legittimi proprietari nello stato ante operam.

Occupazione permanente dei terreni

La realizzazione di strutture fuori terra del progetto, quali stazioni di compressione, valvole di intercettazione e alcune strade di accesso in Albania, richiede l’occupazione permanente dei terreni. Ciò ha comportato per TAP l’acquisto degli stessi dai precedenti proprietari.

A lavori ultimati, TAP deve procedere anche alla costituzione negoziale di una servitù prediale a lungo termine per la pista di lavoro del gasdotto e le zone di sicurezza. La servitù costituisce il diritto legale di utilizzare i terreni di un altro proprietario per uno scopo specifico, ad esempio l’accesso. Anche in questo caso, la costituzione di servitù è stata negoziata con gli attuali proprietari dei terreni. 

Fasi del processo di Acquisizione e Asservimento dei Terreni

Di seguito si descrivono le principali fasi del processo di Acquisizione e Asservimento dei Terreni in tutti i paesi attraversati da TAP.

Individuazione dei terreni interessati da TAP – aggiornamento catastale

Durante questa fase, le imprese affidatarie hanno aggiornato le informazioni esistenti relative a titolarità e destinazione d’uso delle particelle di terreno interessate dal progetto, così da disporre di dati precisi ed esaurienti. Il Catasto è l’archivio dei documenti che descrivono tutti i beni immobili di un determinato territorio con indicazione dei proprietari e individuazione dei confini delle singole proprietà.

Inventario dei Beni e dei Dati Censuari (CAI)

Nel corso di questa fase, le imprese affidatarie di TAP si recano presso tutti i proprietari e gli utilizzatori dei terreni interessati e già individuati per una prima ispezione dello stato dei luoghi e per l’inventario delle rispettive particelle di terreno, comprese eventuali strutture e colture in atto. Questa visita in loco normalmente prevede dei colloqui con i proprietari e/o utilizzatori dei terreni lungo l’intero tracciato di TAP.  L’incaricato raccoglie informazioni sul proprietario e sulla rispettiva particella di terreno, oltre che sulle colture, le coltivazioni arboree e altri beni ivi presenti. Si procede quindi alla documentazione scritta e fotografica di tutte le proprietà, da utilizzare per la proposta di indennizzo.

Computo delle indennità
In questa fase si procede alla determinazione delle indennità e alla condivisione con i soggetti interessati. La cessione volontaria a titolo oneroso viene formalizzata in un contratto con TAP. 

Stipula dell’atto di cessione volontaria

Prima dell’inizio dei lavori di costruzione del gasdotto, TAP conta di stipulare gli atti di cessione con tutti i proprietari e gli utilizzatori dei terreni interessati dal progetto e di liquidare le indennità pattuite.

Gli incontri con il territorio
In ciascun territorio interessato da TAP, i subappaltatori organizzano un incontro con la comunità locale per esporre il processo di Acquisizione e Asservimento dei Terreni, i rilievi sullo Stato dei luoghi e l’Inventario dei Beni e dei Dati Censuari, nonché i criteri risarcitori. Ai partecipanti vengono consegnati dei materiali di comunicazione, tra cui una brochure che spiega le fasi successive del progetto.