Skip to main content

Il processo di Valutazione di Impatto Sociale e Ambientale (ESIA) di TAP in Grecia

Nel settembre 2014, il Ministero greco dell'Ambiente, dell'Energia e dei Cambiementi Climatici ha approvato e firmato la Valutazione di Impatto Sociale ed Ambientale (ESIA) presentata da TAP per la sezione greca del gasdotto. 

E’ frutto di quattro anni di intenso lavoro di selezione e ottimizzazione del tracciato del gasdotto e di consultazione con un gran numero di portatori di interesse, tra i quali figurano organi di governo nazionali, regionali, comunali e locali, rappresentanze del territorio e ONG.

Il processo di ESIA è stato portato avanti a quattro mani da esperti greci e internazionali, in conformità alla legislazione greca e comunitaria e in linea con i più stringenti requisiti della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) e della Società Finanziaria Internazionale (IFC), divenuti ormai irrinunciabili punti di riferimento della ‘best practice’ a livello internazionale.

La stesura del rapporto finale ha segnato il culmine di un processo collaborativo con le autorità greche che aveva visto la presentazione, a partire dal 2010, del Documento di Scoping – inteso a delimitare il campo di indagine - e della Valutazione Preliminare di Impatto Ambientale (PEIA) per il tratto occidentale di TAP in Grecia, e del Documento di Scoping per il tratto orientale.

A luglio 2013, il Ministero dell’Ambiente, dell’Energia e del Cambiamento Climatico ha concluso la verifica di completezza dell’ESIA di TAP e ha autorizzato l’avvio del processo ufficiale di informativa al pubblico.

Raccolti i pareri formali delle autorità di governo centrale, regionale e locale e di altri ministeri competenti, il Ministero dell’Ambiente, dell’Energia e del Cambiamento Climatico renderà nota la Decisione relativa all’Approvazione dei Termini Ambientali, propedeutica alla successiva procedura amministrativa per il rilascio dei permessi e l’avvio dei lavori.

Iter e tempistiche della Valutazione di Impatto Sociale e Ambientale in Grecia

2010-2011: TAP conduce approfonditi studi di ottimizzazione del tracciato e di pre-scoping, avviando consultazioni con le parti interessate, che sono chiamate a esaminare il progetto ed  esprimersi nella fase iniziale e nelle successive.  

giugno 2011: prende avvio il processo di ESIA con il documento di scoping per il tratto occidentale di TAP, che delinea il tracciato preferenziale e illustra i potenziali impatti ambientali e sociali e le misure di mitigazione proposte, rivolte, in modo particolare, a evitare interferenze con habitat naturali sensibili. 

settembre 2011: TAP presenta la Valutazione Preliminare di Impatto Ambientale (PEIA) che fornisce un quadro di maggiore dettaglio del percorso del gasdotto in Grecia, prende in esame possibili alternative e riporta una preliminare modellizzazione delle emissioni in atmosfera. 

febbraio 2012: viene presentata una versione rivista della Valutazione Preliminare di Impatto Ambientale, che dà conto delle variazioni progettuali apportate, compresa la soppressione di una stazione di compressione non più necessaria. 

dicembre 2012: viene presentato il documento di scoping per il tratto orientale di TAP  in Grecia. Proseguono le consultazioni con i portatori di interesse e si avvia il processo di informativa al pubblico per raccogliere pareri e commenti che confluiranno nell’ESIA finale. 

giugno 2013: TAP presenta al Ministero dell’Ambiente, dell’Energia e del Cambiamento Climatico l’ESIA finale, che prevede una disamina e un’ottimizzazione dei potenziali impatti del progetto sul tessuto socio-economico e sul patrimonio culturale ed ambientale e fornisce orientamenti circa l’attuazione di misure di mitigazione, volte a evitare o minimizzare gli effetti negativi e a promuoverne i positivi.

luglio 2013: il Ministero greco dell’Ambiente, dell’Energia e del Cambiamento Climatico porta a termine la verifica di completezza dell’ESIA di TAP e autorizza l’avvio del processo ufficiale di informativa al pubblico che, condotto dalle imprese affidatarie di TAP e da figure locali in subappalto, prevede riunioni a livello nazionale e regionale e oltre 100 incontri con le comunità locali.

settembre 2014: Il Ministero dell'Ambiente, dell'Energia e dei Cambiamenti Climatici ha approvato e firmato la Valutazione di Impatto Sociale ed Ambientale (ESIA) presentata da TAP per la sezione greca del gasdotto. 

L’ESIA contiene una dettagliata descrizione del tracciato del gasdotto previsto in Grecia, delle infrastrutture permanenti e temporanee da realizzarsi durante la fase di esecuzione dei lavori, quali strade di accesso e alloggi per gli operai, e delle strutture operative che saranno impiantate a lavori ultimati. 

 

Documentazione di riferimento

ESIA Greece (in English)

After almost four years of intensive pipeline route selection and refinement in Greece, TAP has submitted its comprehensive Environmental and Social Impact Assessment (ESIA) to the Ministry of Energy, Environment and Climate Change.

Accedi a tutti i documenti

ESIA Greece (in Greek)

After almost four years of intensive pipeline route selection and refinement in Greece, TAP has submitted its comprehensive Environmental and Social Impact Assessment (ESIA) to the Ministry of Energy, Environment and Climate Change.

Accedi a tutti i documenti

Preliminary Environmental Impact Assessment (PEIA) Greece (in English)

On the 28th of September 2011, the Trans Adriatic Pipeline (TAP) announced that it has submitted Preliminary Environmental Impact Assessment (PEIA) to the Greek Ministry of Environment. This document was revised and resubmitted to the Greek authorities on the 8th of February 2012. This revision considers changes to the overall engineering concept of the project in which one compressor station originally foreseen near to the village of Nea Mesimvria is not required anymore.

Accedi a tutti i documenti

Preliminary Environmental Impact Assessment (PEIA) Greece (in Greek)

On the 28th of September 2011, the Trans Adriatic Pipeline (TAP) announced that it has submitted Preliminary Environmental Impact Assessment (PEIA) to the Greek Ministry of Environment. This document was revised and resubmitted to the Greek authorities on the 8th of February 2012. This revision considers changes to the overall engineering concept of the project in which one compressor station originally foreseen near to the village of Nea Mesimvria is not required anymore.

Accedi a tutti i documenti

Scoping Report for the ESIA Greece - East Section (In English)

On the 3rd of December 2012, TAP submitted its Scoping Report for the planned eastern section of the pipeline in Greece to the Greek authorities and started consultation process with relevant stakeholders.

Accedi a tutti i documenti

Scoping Report for the ESIA Greece - East Section (in Greek)

On the 3rd of December 2012, TAP submitted its Scoping Report for the planned eastern section of the pipeline in Greece to the Greek authorities. TAP carries out the consultation and disclosure process with relevant stakeholders.

Accedi a tutti i documenti

Scoping Report for the ESIA Greece - West Section (in English)

On 7th of June 2011, the Trans Adriatic Pipeline (TAP) commenced its Environmental and Social Impact Assessment (ESIA) process in Greece. The submission of its Scoping Report to the Greek authorities comes after similar moves in Albania and Italy earlier this year and will follow the European Bank for Reconstruction and Development’s (EBRD) guidelines, recognised as the benchmark for international best practice.

Scarica

Scoping Report for the ESIA Greece - West Section (in Greek)

On 7th of June  2011, the Trans Adriatic Pipeline (TAP) commenced its Environmental and Social Impact Assessment (ESIA) process in Greece. The submission of its Scoping Report to the Greek authorities comes after similar moves in Albania and Italy earlier this year and will follow the European Bank for Reconstruction and Development’s (EBRD) guidelines, recognised as the benchmark for international best practice.

Scarica

Altri documenti di riferimento