Prima e dopo: consolidamento di una frana in Albania. Skip to main content

Torna a tutti

Prima e dopo: consolidamento di una frana in Albania.

16 settembre 2016

Come parte dei lavori di riqualificazione della strada di accesso 411 nella regione di Corovoda, TAP ha stabilizzato una collina che aveva subito uno smottamento a causa di una frana.

 

La squadra che ha seguito i lavori ha condotto un primo studio della frana nel novembre 2015, in corrispondenza dell’inizio dei lavori di scavo della strada di accesso. I geologhi hanno identificato la presenza di una superficie franosa nella parte superiore della collina. Un secondo approfondimento sulla frana è stato fatto a gennaio del 2016, a seguito delle prime piogge invernali.

La squadra di lavoro ha ulteriormente valutato la problematica per individuare la soluzione più appropriata. La soluzione tecnica proposta da TAP è stata realizzata con successo dall’impresa subappaltatrice che si è occupata della riqualificazione di strade e ponti.

  • È stato scavato un canale di drenaggio sopra e intorno alla frana per canalizzare l’acqua di superficie
  • La parte superiore della frana, la seconda frana (di 15 m di altezza), è stata scavata con un’inclinazione di 33°, la superficie è stata compattata per evitarne l’erosione
  • La parte inferiore, la prima parte della frana (di 9 m di altezza), è stata scavata con un’inclinazione di 45°, la superficie è stata stabilizzata attraverso l’uso della tecnica di “soil nailing” con l’impiego di chiodature e tiranti lunghi fino a 12 metri, con una maglia di 2m per 2m, con doppia rete metallica e calcestruzzo di 15 cm di spessore. 

TAP ha avviato i lavori di riqualificazione di strade e ponti in Albania nell’estate del 2015. Questo ha permesso ai macchinari pesanti e alla strumentazione necessaria per la costruzione dell’opera, comprese le macchine per la piegatura dei tubi di 60 tonnellate e di migliaia di tubi di 18 metri che pesano oltre 16 tonnellate, di arrivare in sicurezza in aree remote lungo il percorso del gasdotto.