Skip to main content

Torna a tutti

Skydra, Grecia

23 giugno 2014

TAP ha aperto 25 uffici locali del catasto e sportelli informativi lungo il tracciato del gasdotto, nella parte settentrionale della Grecia e ha condotto oltre 100 incontri con il territorio, nel quadro della sua politica improntata al dialogo. A Skydra, nella Macedonia centrale, il vice sindaco, la signora Katerina, aveva espresso serie preoccupazioni circa i potenziali impatti negativi sulla popolazione, quando aveva impugnato il microfono per prendere la parola dinanzi a 40 persone in uno di questi incontri. I suoi timori erano figli di una campagna mediatica distorta che aveva seminato la paura sulla mancata sicurezza dei gasdotti.

Il team di TAP avviò un dialogo costruttivo con la gente del posto, fornendo informazioni integrative e rendendosi disponibile a dissipare ulteriori dubbi in altre occasioni di incontro. L’offerta fu accolta a piene mani e, in capo a qualche giorno, TAP indisse un incontro divulgativo a Petraia, un villaggio di 900 anime vicino al tracciato del gasdotto.

Ne emerse la decisione di aprire un ufficio del catasto a Petraia, una mossa accolta con entusiasmo e apprezzata dal sindaco e dalla popolazione tutta. L’indomani e nei giorni seguenti l’ufficio lavorò a un ritmo serrato, tanto che l’intera operazione di aggiornamento catastale fu quasi interamente portata a termine nell’arco di qualche settimana.