Skip to main content

Torna a tutti

Gemisti, confine greco-turco

23 giugno 2014

Evangelia ricorda l’ultima volta che i lavori per un gasdotto si sono svolti vicino alla sua cittadina, a due passi dal confine, nel 2005. Gli operai affollavano il suo bar al cambio turno e ascoltavano musica al vecchio jukebox. Per Gemisti, quell’interconnettore tra la Grecia e la Turchia ha significato posti di lavoro, prestigio e la nascita di nuove amicizie. 

Il gasdotto Trans Adriatico inizia il suo viaggio europeo proprio da queste parti, con le bandiere greca e turca che sventolano lungo il fiume Evros, spartiacque tra i due Paesi e punto preciso nel quale TAP si collegherà al gasdotto TANAP. “TAP è una buona cosa per noi,” spiega Evangelia. “I cantieri aperti ci danno la sensazione che qualcuno si stia prendendo cura di noi e delle nostre famiglie.”

TAP ha aperto sportelli informativi nel villaggio per illustrare il progetto e inviato i suoi uomini a visitare l’area per ascoltare la voce della popolazione e spiegare gli ultimi sviluppi, rinsaldando i già buoni legami che il progetto ha saputo intrecciare con il territorio. Quando inizieranno i lavori di costruzione, siamo certi che Evangelia rispolvererà il vecchio jukebox per prendere parte ai festeggiamenti.