Prevenzione “Antixylella” per gli ulivi che saranno spostati dall’area di cantiere del microtunnel. Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

Prevenzione “Antixylella” per gli ulivi che saranno spostati dall’area di cantiere del microtunnel.

24 marzo 2016

Lecce. Nuova campagna di analisi per gli ulivi che saranno spostati temporaneamente dall’area del cantiere del microtunnel, poi ripiantati in sito dopo la conclusione dei lavori. TAP dà seguito così a quanto previsto dal decreto 18 febbraio del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali che consente, nel caso di opere pubbliche o di interesse pubblico, la movimentazione degli ulivi nelle aree infette da Xylella fastidiosa, a patto che dette opere siano dotate di tutte le previste autorizzazioni ambientali e che siano rispettate stringenti prescrizioni fitosanitarie.

Tutti gli ulivi interessati da questa prima fase della costruzione del gasdotto erano già risultati sani alle analisi condotte da TAP nell’ottobre dello scorso anno. Ma il nuovo decreto, a maggior tutela dell’ambente, prescrive che le analisi debbano essere effettuate con il metodo cosiddetto molecolare e che la raccolta dei campioni biologici debba avvenire sotto il diretto controllo dell’Osservatorio Fitosanitario Regionale. Che, all’indomani dell’approvazione da parte della Regione Puglia del Piano di Gestione degli Ulivi – Progetto esecutivo delle interferenze relativo ai lotti 1 e 1b e del conseguente  rilascio da parte del Ministero dell’Ambiente della Verifica di Ottemperanza della prescrizione A29 del Decreto di compatibilità ambientale di TAP, ha dato mandato agli ispettori della Sezione Provinciale Agricoltura di Lecce di procedere alla raccolta dei campioni e alla verifica delle condizioni fitosanitarie del sito di stoccaggio provvisorio. I campioni biologici raccolti nei prossimi giorni saranno analizzati in un laboratorio abilitato indicato dall’Osservatorio Fitosanitario Regionale.

Tutti gli ulivi presenti sull’area del futuro cantiere del microtunnel saranno inoltre sottoposti a trattamento fitosanitario, quale ulteriore misura precauzionale in vista del loro spostamento.