Conclusi i lavori della Skate III a San Foca Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

Conclusi i lavori della Skate III a San Foca

28 aprile 2014

Come promesso, la piattaforma Skate III ha terminato nel più breve tempo possibile i suoi lavori negli ultimi due punti di sondaggio nel mare davanti a San Foca. Alle 9,30 di ieri mattina il rimorchiatore Sara T. l'ha presa al rimorchio e l’ha trasportata nel porto di Brindisi, da dove si era spostata appena cinque giorni fa. Anche in questa occasione, Tap ha dimostrato di rispettare l’impegno preso nei confronti del territorio e delle sue esigenze, concludendo i lavori prima del previsto. La stessa attenzione verrà mantenuta durante la fase di costruzione e la messa in opera del gasdotto, che porterà in Italia e attraverso l'Italia in Europa il gas dell'Azerbaigian, contribuendo alla sicurezza delle fonti di approvvigionamento energetico e alla riduzione dei costi del gas.

Come promesso, la piattaforma Skate III ha terminato nel più breve tempo possibile i suoi lavori negli ultimi due punti di sondaggio nel mare davanti a San Foca. Alle 9,30 di ieri mattina il rimorchiatore Sara T. l'ha presa al rimorchio e l’ha trasportata nel porto di Brindisi, da dove si era spostata appena cinque giorni fa. Anche in questa occasione, Tap ha dimostrato di rispettare l’impegno preso nei confronti del territorio e delle sue esigenze, concludendo i lavori prima del previsto. La stessa attenzione verrà mantenuta durante la fase di costruzione e la messa in opera del gasdotto, che porterà in Italia e attraverso l'Italia in Europa il gas dell'Azerbaigian, contribuendo alla sicurezza delle fonti di approvvigionamento energetico e alla riduzione dei costi del gas.

Complice il tempo poco primaverile dei giorni scorsi e la mancata apertura delle strutture ricettive, non si è arrecato alcun danno al turismo locale. In ogni caso, ricordiamo che la realizzazione di Tap prevede, come parte integrante del progetto, importanti investimenti di carattere socio ambientale volti al sostegno e allo sviluppo dell’economia locale, in linea con le vocazioni territoriali.

Le operazioni si sono svolte inoltre senza causare alcun danno ambientale, come ogni cittadino di Melendugno e turista potrà notare, oggi San Foca appare bella esattamente come 5 giorni fa. Anche questa ultima fase di sondaggi in mare si è svolta sempre in stretto contatto con le autorità portuali, nella piena legalità. Tap ha infatti informato prontamente la Capitaneria di Porto di Otranto della conclusione anticipata delle operazioni, affinché potesse essere revocata quanto prima l’ordinanza che disciplinava lo svolgimento dei sondaggi.

Quanto alle integrazioni alla documentazione di impatto ambientale consegnate pochi giorni fa al Ministero dell’Ambiente, si ricorda che tutti i cittadini possono prenderne pubblicamente visione sul nostro sito (http://www.trans-adriatic-pipeline.com/index.php?id=397).