Proseguono secondo i programmi i sondaggi condotti dalla Skate III Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

Proseguono secondo i programmi i sondaggi condotti dalla Skate III

24 aprile 2014

Nonostante il forte moto ondoso delle ultime ore, prosegue regolarmente il lavoro sulla piattaforma Skate III impegnata negli ultimi sondaggi geotecnici nel mare di San Foca. Dal primo dei due punti di sondaggio (BH01) è stata raccolta già oltre la metà dei campioni previsti e se, come le previsioni meteo lasciano sperare, il mare si manterrà se non calmo almeno poco mosso, già nella giornata del 26 la Skate III potrà spostarsi più a largo sul punto BH02 per completare il lavoro.

Lecce – Nonostante il forte moto ondoso delle ultime ore, prosegue regolarmente il lavoro sulla piattaforma Skate III impegnata negli ultimi sondaggi geotecnici nel mare di San Foca. Dal primo dei due punti di sondaggio (BH01) è stata raccolta già oltre la metà dei campioni previsti e se, come le previsioni meteo lasciano sperare, il mare si manterrà se non calmo almeno poco mosso, già nella giornata del 26 la Skate III potrà spostarsi più a largo sul punto BH02 per completare il lavoro. Le indagini effettuate da Skate III sono utili anche a permettere la scrupolosa progettazione del microtunnel, la tecnologia costruttiva che  garantisce il minor impatto ambientale, e che infatti lascerà del tutto immutata la linea della costa e il panorama marino. Lo stesso accadrà per il percorso a terra che dopo i lavori di posa del tubo sotterraneo verrà restituito agli ulivi e ai muretti a secco. Per questo, non è esatto sostenere, con infondati allarmismi, che “Il volto del Salento” verrà mutato dall’arrivo del gasdotto. Anzi, non solo il paesaggio rimarrà immutato dopo l’arrivo di TAP, ma il territorio, grazie alla realizzazione del progetto, potrà anche beneficiare di investimenti per la sua tutela e promozione.

Tap ringrazia ancora una volta gli abitanti di San Foca, di Melendugno e del Salento. Lavoriamo in un momento in cui, per altro la stagione balneare non è neanche iniziata, ma siamo consapevoli di poter creare comunque disagi. La pazienza degli abitanti salentini è un contributo ad un grande progetto che farà più forte e più libera l’Italia, diversificando le sue fonti di approvvigionamento di gas e dandole un ruolo chiave negli equilibri energetici europei. Tap non smetterà di ricercare nei prossimi mesi, un’intesa con le amministrazioni locali e con i cittadini, che permetta di contribuire in modo significativo all’economia del territorio, a partire dalla sua vocazione turistica.