TAP: domani l'avvio dell'ultima fase delle analisi geofisiche e dei sondaggi geotecnici offshore Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

TAP: domani l'avvio dell'ultima fase delle analisi geofisiche e dei sondaggi geotecnici offshore

28 gennaio 2014

A seguito della pubblicazione dell’ordinanza n. 10/2014 da parte della Capitaneria di Porto di Otranto, TAP informa che domani avrà inizio una nuova fase di sondaggi di tipo geofisico e geotecnico, già previsti dalla società, effettuati nelle aree marine che saranno interessate dal passaggio del gasdotto.

Lecce – A seguito della pubblicazione dell’ordinanza n. 10/2014 da parte della Capitaneria di Porto di Otranto, TAP informa che domani avrà inizio una nuova fase di sondaggi di tipo geofisico e geotecnico, già previsti dalla società, effettuati nelle aree marine che saranno interessate dal passaggio del gasdotto.

Nello specifico, le indagini che inizieranno domani riguardano la conclusione dei sondaggi geofisici (la prima fase è iniziata nella seconda metà di dicembre) e l’inizio della prima fase dei sondaggi geotecnici. TAP coglie l’occasione per segnalare che, riguardo alla precedente fase di sondaggi geofisici ed ambientali conclusi la scorsa settimana, l’abrogazione della precedente ordinanza 7/14 da parte della Capitaneria ha fatto seguito alla comunicazione da parte dell’azienda della conclusione anticipata dei sondaggi.

Le indagini geofisiche consistono nell’utilizzo della tecnica di Sismica a Rifrazione (un cavo sarà steso sul fondale lungo la rotta da investigare) per avere dati più completi sulla conformazione geologica del sottosuolo marino e identificare la presenza di eventuali cavità naturali. Le indagini, che saranno condotte a partire da 1 metro dalla linea di costa, non interferiranno con l’ambiente marino.

I sondaggi geotecnici consistono in operazioni di prelevamento di campioni dal sottosuolo a partire da circa 50 metri dalla linea di costa, ognuno dei prelievi sarà profondo 30 metri nel sottosuolo. Per effettuare il campionamento in questa fase di sondaggi, TAP si avvarrà dell’utilizzo di imbarcazioni. L’interferenza con il fondale marino sarà quindi limitata ai punti di campionamento e qualsiasi modifica del fondale sarà temporanea perché naturalmente mitigata in breve tempo dall’azione delle correnti marine che ripristineranno le condizioni iniziali del fondale.

I risultati della campagna di sondaggi serviranno ad integrare lo Studio di Impatto Ambientale consegnato da TAP il 10 settembre 2013 e rispondono ad una delle richieste del Ministero dell’Ambiente nel suo parere di scoping del novembre 2011 (il parere di scoping è riportato nell’allegato 1 dello Studio di Impatto Ambientale consegnato da TAP a settembre 2013).

I sondaggi, che saranno svolti nel pieno rispetto della flora e della fauna marina, verranno effettuati con l’ausilio delle imbarcazioni Gelmar e Vector.

Al fine di permettere un sereno ed efficace svolgimento delle attività di sondaggio, la Capitaneria di Porto di Otranto ha emesso un’ordinanza che dispone, dalle ore 07.30 alle ore 16.30, una distanza di sicurezza di 250 metri dalle imbarcazioni impegnate nei sondaggi a tutte le unità in transito, sosta, intente in pesca o in qualsivoglia altra attività connessa all’uso del mare in prossimità della costa di San Foca. L’ordinanza sarà attiva dal giorno 29 gennaio fino al 7 febbraio 2014.

Sarà emessa successivamente apposita ordinanza che regolerà lo svolgimento dei sondaggi geotecnici effettuati con l’utilizzo dell’imbarcazione Nautical Tide.

Il calendario potrebbe subire variazioni a causa di condizioni meteorologiche avverse che impediscano il corretto svolgimento delle operazioni. In tal caso, TAP provvederà a fornire ulteriori comunicazioni.