TAP: soddisfazione per la proposta di dibattito pubblico avanzata dalla Regione Puglia Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

TAP: soddisfazione per la proposta di dibattito pubblico avanzata dalla Regione Puglia

25 ottobre 2013

A margine della conferenza stampa che si è svolta oggi presso la Presidenza della Regione Puglia, alla presenza del presidente Nichi Vendola e dell’Assessore Regionale alla Trasparenza Guglielmo Minervini, per la presentazione della “Dichiarazione d’intenti sui processi partecipativi” con riferimento particolare al progetto di gasdotto TAP, l’Amministratore delegato Giampaolo Russo ha espresso il proprio favore riguardo la decisione sottolineando che proprio in virtù “della piena e condivisa consapevolezza di come le opere pubbliche rappresentino un elemento importante nella visione di sviluppo di ogni territorio, TAP ha avviato da tempo un articolato programma di incontri con tutti gli attori che, a vario titolo, detengono un interesse particolare in relazione alla costruzione del gasdotto”.

A margine della conferenza stampa che si è svolta oggi presso la Presidenza della Regione Puglia, alla presenza del presidente Nichi Vendola e dell’Assessore Regionale alla Trasparenza Guglielmo Minervini, per la presentazione della “Dichiarazione d’intenti sui processi partecipativi” con riferimento particolare al progetto di gasdotto TAP, l’Amministratore delegato Giampaolo Russo ha espresso il proprio favore riguardo la decisione sottolineando che proprio in virtù “della piena e condivisa consapevolezza di come le opere pubbliche rappresentino un elemento importante nella visione di sviluppo di ogni territorio, TAP ha avviato da tempo un articolato programma di incontri con tutti gli attori che, a vario titolo, detengono un interesse particolare in relazione alla costruzione del gasdotto”.

L’odierno quadro di iniziative proposte dalla Regione e volte ad estendere, attraverso la possibilità di avvalersi di ulteriori canali di confronto si pone quindi in perfetta continuità con il processo di ascolto e dialogo con il territorio già intrapreso da tempo dall’azienda. Ad avvalorare questo approccio Russo ricorda come lo Studio di Impatto Ambientale e Sociale presentato alle autorità competenti lo scorso 10 settembre “dimostra come la società abbia scelto, su base assolutamente volontaria rispetto agli obblighi posti dalle normative vigenti in Italia, di valutare l’impatto che il gasdotto avrà sul territorio salentino, oltre che dal punto di vista ambientale, anche dal punto di vista sociale”. 

“Ci auguriamo – ha rimarcato Russo – che il quadro di iniziative poste in essere con il provvedimento regionale presentato oggi contribuisca in maniera sostanziale a risolvere con il confronto le perplessità sul progetto, promuovendo un dialogo moderato e garantito dalle istituzioni, che rassicuri quindi tutti coloro che auspicano un processo di valutazione super partes dell’opera”.