TAP: alcune precisazioni sul progetto Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

TAP: alcune precisazioni sul progetto

27 maggio 2013

A seguito dei recenti articoli pubblicati sui giornali locali,TAP intende sottolineare che l'approvazione dal Consiglio dei Ministri del decreto di ratifica dell'Accordo Intergovernativo è parte di una più ampia procedura autorizzativa che la legge italiana prevede per la realizzazione di infrastrutture strategiche nel settore energia.

Lecce - A seguito dei recenti articoli pubblicati sui giornali locali,TAP intende sottolineare che l'approvazione dal Consiglio dei Ministri del decreto di ratifica dell'Accordo Intergovernativo è parte di una più ampia procedura autorizzativa che la legge italiana prevede per la realizzazione di infrastrutture strategiche nel settore energia.

TAP inoltre vuole sottolineare, per quanto riguarda la procedura VIA, è' stata chiesta una sospensione e l'azienda presenterà tutti i documenti rilevanti entro il termine del 10 settembre 2013 ed è convinta che la decisione finale sul progetto sarà basata sulla documentazione tecnica presentata, e non su posizioni politiche.
Nella presentazione della documentazione, TAP ha effettuato analisi ed approfondimenti tecnici che hanno modificato, migliorandola, la proposta originale relativa al gasdotto, superando ogni elemento di problematicità,  con l’obiettivo di presentare un progetto sicuro per l’ambiente e per la popolazione che risiede nelle vicinanze della struttura.

TAP intende tutelare,in primis, la presenza di posidonia sui fondali marini. Inoltre la nuova versione del progetto non ha impatti su Parco Archeologico di Acquarica in quanto la localizzazione del Terminale di Ricezione (sia nello scenario base di Melendugno che, in alternativa, a Vernole)  è stata spostata proprio tenendo conto della sensibilità paesaggistica di quest'area.

Per quanto riguarda la Riserva Naturale Le Cesine, quest'ultima non verrà in alcun modo interessata , in quanto il progetto del gasdotto prevede il passaggio più a sud della riserva stessa e, al tempo stesso,  la presenza delle tartarughe Caretta verrà  tutelata, in quanto il nuovo approdo del gasdotto passerà 10 metri sotto il livello della spiaggia.

TAP conferma la propria disponibilità a spiegare nei dettagli il proprio progetto in termini di benefici per il territorio locale, sicurezza e tutela dell'ambiente sia agli interlocutori istituzionali ad ogni livello che ai cittadini delle aree interessate.