TAP: sicurezza e trasparenza nelle indagini marine Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

TAP: sicurezza e trasparenza nelle indagini marine

03 maggio 2013

In merito alle notizie recentemente apparse sulla stampa, Trans Adriatic Pipeline intende confermare di avere sempre scrupolosamente rispettato quanto stabilito nelle ordinanze emanate dall’Autorità Portuale.

Lecce, Italia - In merito alle notizie recentemente apparse sulla stampa, Trans Adriatic Pipeline intende confermare di avere sempre scrupolosamente rispettato quanto stabilito nelle ordinanze emanate dall’Autorità Portuale.

Conscia del proprio ruolo nel territorio leccese, TAP vuole inoltre ribadire l’importante contributo economico, che il progetto porterà in termini di reddito e occupazione  nella Provincia di Lecce:
•    circa 340 occupati/anno (fase di costruzione) e 129 occupati/anno (fase operativa)
•    circa 15 milioni euro/anno come contributo al PIL provinciale (fase di costruzione) e circa 4 milioni euro/anno (fase operativa)

Allargando poi l’orizzonte su base regionale, le stime di Nomisma Energia prevedono un  contributo di TAP alla Puglia, tra fase di costruzione ed operativa, effetti diretti e indotti, complessivamente pari  a 380  milioni di euro (8milioni/anno), con la creazione di  circa 220 posti di lavoro l’anno.

In un’ottica di rispetto e coinvolgimento di tutti gli stakeholder  nel progetto, Tap punta inoltre a  proseguire il rafforzamento di un efficace dialogo con i pescatori della zona. Una testimonianza di questo coinvolgimento è data dai recenti incontri di approfondimento e le compensazioni proposte per i danni diretti alle Cooperative Folgore e Delfino. Vogliamo assicurare la salvaguardia  dell’eco-sistema durante la progettazione, costruzione e gestione del gasdotto.

TAP  è disponibile per ogni futura domanda o informazione richiesta dalle Autorità in relazione agli accertamenti che stanno conducendo.