Grecia, Italia e Albania firmano un accordo intergovernativo trilaterale, dimostrando il loro pieno supporto a TAP Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

Grecia, Italia e Albania firmano un accordo intergovernativo trilaterale, dimostrando il loro pieno supporto a TAP

13 febbraio 2013

Atene, Grecia. Oggi i governi di Grecia, Italia e Albania hanno sancito il loro pieno impegno e sostegno alla realizzazione del progetto Trans Adriatic Pipeline (TAP) con la firma dell’accordo intergovernativo trilaterale (IGA).

Concluso al Ministero degli Affari Esteri ad Atene, l’IGA rafforza una serie di impegni chiave tra Grecia, Italia e Albania per lo sviluppo, la costruzione e l’attività futura del gasdotto TAP. Nel quadro dei Trattati Comunitari e del Trattato della Comunità dell'Energia, l’accordo intergovernativo trilaterale assicurerà la cooperazione tra gli Stati per la puntuale realizzazione del gasdotto.

Kjetil Tungland, Managing Director di TAP, ha affermato: “Vorrei ringraziare tutti i governi per il sostegno e la dedizione dimostrata per la firma odierna di questo importante accordo. L’IGA tra i Paesi che ospiteranno TAP garantisce forti basi e la necessaria sicurezza di lungo termine affinché il progetto avanzi verso la fase di selezione e  costruzione. Ora guardiamo avanti, continuando la nostra proficua cooperazione per permettere che il progetto TAP diventi presto realtà”.

Michael Hoffmann, External Affairs Director di TAP, ha commentato: “La firma dell’accordo intergovernativo rinforza ulteriormente il sostegno a TAP da parte dei governi ospitanti, sia da un punto di vista legale che regolatorio. Per TAP, quest’atto rappresenta l’ultimo accordo politico internazionale di alto livello, importante per l’imminente processo di selezione da parte del Consorzio di Shah Deniz”.
TAP è uno dei progetti di gasdotto sviluppati per trasportare il gas naturale di Shah Deniz in Europa ed esso rappresenta l’unica opzione di gasdotto che attraverserà la Grecia. Entro il giugno 2013, il Consorzio di Shah Deniz effettuerà la selezione definitiva del gasdotto che trasporterà il proprio gas in Europa attraverso il Corridoio Sud.

Ai tre i paesi ospitanti Grecia, Italia ed Albania, TAP apporterà significativi investimenti diretti esteri ed opportunità di lavoro associate alla costruzione del gasdotto.

A proposito di TAP

Il gasdotto Trans Adriatico (TAP) trasporterà gas naturale dalla regione del Mar Caspio attraverso Grecia, Albania e il mar Adriatico fino all’Italia meridionale e da lì all’Europa occidentale. Il progetto e‘ finalizzato ad aumentare la sicurezza degli approvvigionamenti e la diversificazione delle forniture di gas nei mercati euro-pei. TAP aprirà il cosiddetto Corridoio Sud all’Europa e creando un nuovo sbocco per il gas naturale del Mar Caspio.

Il progetto prevede la possibilità di espandere la portata da 10 a 20 mld di metri cubi all’anno. Inoltre, TAP permette di creare impianti per lo stoccaggio del gas in Albania al fine di garantire una maggiore sicurezza di approvvigionamento per il mercato europeo in caso di eventuali interruzioni operative.
Gli azionisti del progetto TAP sono la svizzera Axpo (42.5%), la norvegese Statoil (42.5%) e la tedesca E.ON Ruhrgas (15%).

www.conoscitap.it
Per ulterior informazioni
Ufficio stampa Italia:
Massimo Moriconi
Fleishman-Hillard Italia
(T) +39 02 31 804 713 | (M) +39 345 7357 808
(E) massimo.moriconifleishmaneurope.com​