La Trans Adriatic Pipeline (TAP) prepara studi lungo la rotta proposta per il gasdotto Skip to main content

Indietro alla lista complete delle news

La Trans Adriatic Pipeline (TAP) prepara studi lungo la rotta proposta per il gasdotto

17 settembre 2012

Il progetto TAP prevede l’arrivo del gasdotto tra San Foca e Torre Specchia Ruggeri nel comune di Melendugno (Lecce). La sezione di approdo del gasdotto sara’ construita con la tecnologia del micro-tunnel in modo da rispettare l’ambiente marino (Posidonia oceanica) e non contribuire all’erosione della costa.
Il primo studio e’ un’analisi della resistenza del terreno in prossimita’ della sezione di approdo, esso servira’ ad identificare e valutare la possibile presenza di cavita’ sotto la superficie in modo da assicurare che la rotta del gasdotto sia la piu’ sicura possibile.

I lavori saranno realizzati dal progetto TAP con il supporto del partner D’Appolonia, azienda italiana leader nel comparto ingegneristico con specializzazioni nelle aree dell’ingegneria civile, geotecnica, ambientale oltre a quelle della geologia, geofisica, idrologia e idraulica.

Paolo Pasteris, Country Manager TAP Italia, ha detto: “I nostril ingegneri vorrebbero ulteriormente analizzare in dettaglio la rotta che e’ stata proposta per il gasdotto in modo da sincerarsi  che il terreno e’ adatto per la costruzione. Raccoglieremo nuovi dati ed informazioni per assicurare che la rotta proposta per il gasdotto e’ stata analizzata con cura e che non comportera’ impatti nel lungo periodo sull’ambiente ed il paesaggio”
Inoltre, durante i mesi autunnali, TAP ha in programma di condurre nuovi studi sia in mare che sulla terraferma.

Questi comporteranno l’analisi delle condizioni del sottosuolo sia lungo la rotta proposta che vicino al Terminale di Ricezione del gasdotto, oltre a valutazioni sui livelli di rumore nella zona.

TAP realizza i propri studi osservando i piu’ avanzati standard internazionali su ambiente, salute e sicurezza, al fine di rispettare il territorio e l’ambiente locale.

Prima di questi studi, il team del progetto TAP ha contattato, e continuera’ a contattare, le persone interessate per informarle e concordare con loro i dettagli delle attivita’. I responsabili del progetto TAP sono disponibili a rispondere alle domande dei giornalisti e della comunita’.

La sezione della Trans-Adriatic-Pipeline in Italia

​La sezione italiana della TAP consistera’ in un gasdotto che si estendera’ per 45 km in mare e 5 km sulla terraferma, arrivando ad un Terminale di Ricezione situato in Provincia di Lecce. TAP si connettera’ con la rete nazionale di Snam Rete Gas.

L’attuale rotta del gasdotto TAP, con approdo in Provincia di Lecce, e’ stata identificata dopo 3 anni di intenso lavoro realizzato sul campo in Italia. Un gruppo di experti nazionali ed internazionali nelle aree ambientali, sociali, tecniche - oltre che diverse compagnie d’ingegneria - hanno analizzato numerose alternative e selezionato questa rotta che non tocca aree sensibili dal punto di vista ambientale e che minimizza possibili impatti negativi a livello sociale ed economico.

Sulla TAP

Il gasdotto Trans Adriatico (TAP) trasporterà gas naturale dalla regione del Mar Caspio attraverso Grecia, Albania e il mar Adriatico fino all’Italia meridionale e da lì all’Europa occidentale. Il progetto e‘ finalizzato ad aumentare la sicurezza degli approvvigionamenti e la diversificazione delle forniture di gas nei mercati europei. TAP aprirà il cosiddetto Corridoio Sud all’Europa e creando un nuovo sbocco per il gas naturale del Mar Caspio.

l progetto prevede la possibilità di espandere la portata da 10 a 20 mld di metri cubi all’anno. Inoltre, TAP permette di creare impianti per lo stoccaggio del gas in Albania al fine di garantire una maggiore sicurezza di approvvigionamento per il mercato europeo in caso di eventuali interruzioni operative.
Gli azionisti del progetto TAP sono la svizzera EGL (42.5%), la norvegese Statoil (42.5%) e la tedesca E.ON Ruhrgas (15%).

www.trans-adriatic-pipeline.com
http://twitter.com/tap_pipeline
Per ulterior informazioni
Ufficio stampa Italia:
Massimo Moriconi
Fleishman-Hillard Italia 
(T) +39 02 31 804 713 | (M) +39 345 7357 808
(E) massimo.moriconi@fleishmaneurope.com